FORGOT YOUR PASSWORD?

*

ARREDO, SETTORE IN RIPRESA GRAZIE ALL'EXPORT ed E-COMMERCE

La ripresa dalla crisi è ancora lunga, ma nel nostro paese, l'Italia, è cominciata fin dall'inizio del 2016.

Il livello da raggiungere, quello del 2006 è ancora distante, molto distante. Oggi rispetto al 2006 la produzione industriale dell'arredo è calata di circa il 26%, numeri che fanno realmente paura. Qui parliamo di ripresa, ma forse sarebbe meglio specificare che siamo agli albori della ripresa.

ARREDO, SETTORE IN RIPRESA GRAZIE ALL'EXPORT E ALL'E-COMMERCE

L'arredamento è "l'arte e la tecnica di conformare con vari elementi (divisori, mobili, suppellettili ecc.) gli ambienti interni al fine di renderli più funzionali e confortevoli".

Questa tecnica lavora a stretto contatto con il design degli spazi e dunque con la figura che si occupa di arredare un edificio privato o commerciale. La persona incaricata a progettare e disegnare l'arredo è solitamente il designer di interni o interior design.

 

Aumenta la produzione dell'arredo italiano, specialmente le vendite del Made in Italy

 

La produzione industriale dell'arredo è cresciuta del 2,5% ad inizio 2016

L'aumento di produzione però, non viaggia di pari passo con la vendita dell'arredamento in Italia. A tal proposito le vendite di arredo italiano all'interno del nostro paese è addirittura calato.

A far aumentare la produzione nazionale di arredo è stato l'e-commerce. Le aziende che, a causa della crisi, hanno attuato una strategia di vendita e commercializzazione improntata sul web, sono quelle società che ora trainano questo settore.

Export ed internazionalizzazione sono la chiave della ripresa

Secondo il presidente di FederlegnoArredo Roberto Snaidero, ci sono tutti i presupposti per ripetere se non superare l'ottima annata precedente. Nel 2015 le vendite di arredo oltre i confini del territorio italiano hanno superato i 15 miliardi di euro, con una crescita del 6,2% rispetto al 2014. Numeri che parlano chiaro purtroppo o per fortuna. Il Made in Italy non ha perso smalto agli occhi dei paesi esteri, ma in alcuni casi viene considerato troppo costoso per l'Italia stessa. L'italiano medio considera l'arredo Made in Italy una soluzione non economica per le proprie tasche, ciò comporta un avvicinamento del consumatore italiano ai mercati esteri.

Considerando i dieci paesi che maggiormente contribuiscono all'esportazione dell'arredo Made in Italy, abbiamo una crescita di circa il 3% rispetto al 2015. 5 i miliardi incassati per le vendite dei soli primi quattro mesi dell'anno. Gran parte dell'arredo italiano esportato è il mobilio per edifici privati o commerciali.

Il mercato russo, è uno dei pochi mercati esteri con un calo di importazione di addirittura il 21,8 % dell'arredo Made in Italy. Purtroppo queste grosse variazioni dell'andamento del mercato italiano/russo possono anche essere dovute a questioni geo-politiche.

Spagna, Francia, USA, Emirati Arabi e Cina i principali fan della produzione italiana di arredo

I principali mercati internazionali che hanno avuto una notevole crescita di importazione dell'arredamento italiano sono Spagna e Francia con un incremento di circa 8% rispetto l'anno scorso; Stati Uniti d'America con un aumento del 9,4%; a seguire per numero di importazioni ma con una crescita maggiore rispetto agli anni precedenti sono Emirati Arabi e Cina con rispettivamente un aumento del 25% e 24%.

Il futuro è il mercato estero? No, assolutamente no. Non bisogna però mettere in dubbio che il plurimercato è la soluzione adatta, quindi rivolgersi al mercato italiano così come al mercato internazionale.

L'arredamento Made in Italy viaggia a vele spiegate nel mercato internazionale

La vendita di arredo sbarca nell'e-commerce in Italia

Il settore dell'arredamento ed home living, ha subito un incremento di vendite online del 50% rispetto l'anno precedente. E' il settore con l'incremento più alto di tutto il mercato dell'e-commerce italiano.

A fine 2015, le vendite nel settore dell'arredo registravano un 2% rispetto le vendite totali dell'e-commerce in Italia. Questi due punti percentuali equivalevano a circa 370 milioni di euro. Oggi le previsioni di incasso dall'e-commerce arrivano a circa 655 milioni di euro.

Incremento di vendite per il Made in Italy di lusso

Un sotto mercato dell'arredo italiano è composto dall'arredamento in lusso, articoli sempre ambiti al di fuori del confine italiano. Gli articoli Made in Italy di lusso hanno raddoppiato il numero di vendite rispetto al 2012 e le previsioni di qui a 10 anni, dicono che ci sarà un ulteriore notevole incremento.

I numeri sull'e-commerce, sopra riportati, sono tratti da uno studio effettuato dall'Osservatorio eCommerce B2c promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano e da Netcomm.

Il 60% delle persone che navigano su internet fanno acquisti online. Ciò significa che ben 19 milioni di persone in Italia usano l'e-commerce per fare acquisti. Questo è il futuro!

SHARE ON:
TOP

Questo sito utilizza Cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Leggi la Cookie Policy.